Massaggio Tantra -come e dove

Il Massaggio Tantra 

Il massaggio Tantra fra verità ed altre interpretazioni A cura della Maestra in discipline orientali e discipline tantra Lucia Calabrese

Il Massaggio Tantra è una pratica tantrica. (una delle migliaia di pratiche)

Una pratica tantrica deve contenere e rispettare tutte le caratteristiche rituali ed infine un rituale rispetta scrupolosamente tutti gli assiomi imprescindibili del Tantra. Più di 25 anni fa, il maestro di questa Accademia diede una giusta e sintetica definizione: “il massaggio tantra è un’occasione di espansione del proprio Sé” e cercò di spiegarla in un libro. Questa frase non è stata compresa neanche un po’.

Devo riconoscere tristemente, che se chiedessi a tutti coloro che hanno fatto il “Copia e incolla” di questa frase, cosa voglia dire, non mi risponderebbe nessuno. Perché un individuo dovrebbe espandere il proprio Sé? E perché con un massaggio? E perché in contesto Tantra? L’essere interiore, il nostro profondo, nella nostra cultura trova sempre meno spazio. Ingabbiato dalla frenesia, dalla rigidità dei ruoli sociali, costantemente minacciato dai pregiudizi altrui, sempre spronato a rientrare in canoni e raggiungere obiettivi. La vera natura individuale soffoca. Infatti l’essere umano annaspa nella vita! Tutte le pratiche tantriche hanno come obiettivo, come scopo, quello di permettersi di essere se stessi, senza paura di giudizio, i veri praticanti di tantra, lavorano molto sul “non Giudizio”. In una pratica ognuno si permette di riconoscere e accettare serenamente le proprie polarità e le proprie contraddizioni. Che liberazione concedere a se stessi di essere anche deboli, anche fragili, anche stanchi, anche sdolcinati, anche ancora bambini, anche tenaci, appassionati, delicati … È così che scoprendosi e familiarizzando con tutte le sfaccettature dell’essere che noi siamo, si espande la consapevolezza di noi stessi. L’espansione del , è essere autentici. Il contesto Tantrico, è uno spazio di comprensione, in cui deve sicuramente risultare più facile lasciar cadere le maschere, le corazze. La vera nudità, quella dell’animo, la più complicata, la più difficile.

Per questo un maestro tantrico, o un serio operatore, non vede di fronte a sé un adulto o una ragazza, un uomo o una donna, un professore o un autista … vede anime che vogliono boccate d’ossigeno (e riflettiamo su questa espressione, che alla base di tutte le pratiche c’è l’espansione del respiro).

Di tutte le pratiche gli occidentali amano il Massaggio. Ed è comprensibile perché. Noi occidentali amiamo far fare le cose agli altri, ed il massaggio ci pone in una condizione di riceventi. Noi occidentali abbiamo perso la spontaneità del toccarsi, il massaggio ci fa riscoprire la bellezza del contatto con i nostri simili. Noi occidentali non sappiamo autogestirci, affidiamo il nostro relax a persone e fattori esterni, quindi il massaggio è un’occasione ideale. Noi occidentali spesso abbiamo bisogno di piccoli momenti di evasione, nulla di meglio di un ambiente semibuio e pieno di odori e musica in cui rifugiarsi. Noi esseri umani sentiamo spesso il bisogno di vedere e sentire che qualcuno si prende cura di noi, per questo chiediamo il massaggio.

Parliamoci francamente, il massaggio è la pratica tantrica che fa più comodo! Ma non dobbiamo illuderci, non dobbiamo prenderci in giro, non tutti sono in grado di eseguire un Massaggio Tantrico Rituale. Questo tipo di massaggio smuove energie compattate, risveglia energie latenti, che neppure si immagina! Colma vuoti interiori, svuota la mente! Non si improvvisa!

Ricordatevi sempre che dove c’è improvvisazione non c’è Tantra.

Il Tantra è Conoscenza, ritualità, respiro, energia … Esistono tuttavia altre espressioni di tocco, abbastanza intuitive, in cui esprimere la propria creatività, che nella nostra cultura rientrano comunque nella categoria “massaggio” ma che di fatto non lo sono (ad es. il massaggio kashmiro), in cui tutta l’attenzione viene focalizzata sul senso del tatto e sulle emozioni. Il Massaggio Tantrico Rituale invece Richiede un operatore che abbia acquisito le conoscenze e la capacità di lettura tattile, che attraverso tutti e cinque i sensi, parla alla sfera delle emozioni e dei sentimenti del ricevente, attraverso il suo corpo.

Il corpo dunque diventa un portale fra ricevente ed operatore. Vi assicuro che non tutti gli operatori di massaggio tantra sono dei veri praticanti, quindi molte volte lo scopo profondo della pratica, cade miseramente nel baratro del massaggio completo in cui si perde l’unica occasione di sentirsi completi in se stessi, senza paure, senza disagi colmi di pace! Purtroppo ancora sentiamo di operatori che non farebbero mai un massaggio ad un uomo, operatrici che rifiutano di massaggiare altre donne, ma domandatevi...

Che Tantristi siete?

In questi discorsi è evidente quanto ancora si sia lontani del vedere l’altro come un essere e basta. Per favore, torniamo a concepire i riceventi come anime, l’anima non ha sesso, le sue emozioni sono identiche alle nostre e non hanno sesso, i suoi sentimenti sono come i nostri e non hanno sesso, il suo sorriso, le sue gioie sono esattamente uguali alle nostre e non c’è sesso, il sale delle sue lacrime è perfettamente uguale al nostro, il battito del cuore, come il nostro non ha sesso!

Il massaggio tantra è una pratica abbastanza recente rispetto alle altre pratiche millenarie della dottrina, ed è comprensibile. La Disciplina Tantra ha sempre incoraggiato l’essere umano alla flessibilità e al cambiamento, ed infatti nel corso dei millenni abbiamo visto rituali sempre più semplici e vicini alla quotidianità dell’uomo moderno, quindi non c’è da stupirsi se è fra le pratiche favorite.

Ma bisogna che mi concediate una perla di verità, scomoda a volte.

Tutte le pratiche Tantriche, hanno lo scopo, come abbiamo detto, di espandere la coscienza, la consapevolezza di sé, al fine di liberarsi dall’ illusione di essere soli, sbagliati, abbandonati al nostro destino. Il Fine ultimo della via pratica del Tantra, è Moksha, la liberazione dal velo di Maya (l’ignoranza relativa alla mancata conoscenza dello splendore individuale).

Se incontrate sul vostro percorso, qualcuno che asseconda solo le esigenze del corpo, costui o costei, non è portavoce della dottrina Tantrica.

Grazie.

Lucia Calabrese

Per sperimentarlo con i docenti accademici, l'unica sede è quella di Corato (BA) in puglia.

Per info e colloqui: 3806988895

 

Eventi

Calendario corsi

Testi Accademici

Docenti e Istruttori

My Tantra Academy

Ma Amba Academy è impegnata nella diffusione della seria e vera Conoscenza del Tantra. Ha acquisito il Know How My Tantra Academy divenendo così la principale Scuola di Tantra in Italia. Corsi, Stage e lezioni private sia Amatoriali che professionali. - Visita il sito ufficiale-.

Ma Amba Sede Generale My Tantra Academy